Categorie
Arte Evento Formazione Musica

Musica senza un senso 2017

Sono ripreso mentre svolgo un intervento al tavolo dei relatori

Sabato 10 febbraio 2018, con il patrocinio della consulta regionale dei i disabili, a Monfalcone, in collaborazione con l’istituto A. Vivaldi e presso la sede del medesimo, si è conclusa la seconda edizione della manifestazione “Musica senza un senso”.

All’evento è stata attribuita la forma del convegno, con interventi di relatori provenienti da tutta Italia, che hanno affrontato tematiche relative ai rapporti fra la disabilità neuro sensoriale – in particolare la disabilità visiva e uditiva – e la realtà della musica.

La giornata ha sancito la conclusione di un itinerario artistico e promozionale che aveva avuto inizio il 29 novembre 2017 con una performance musicale tenutasi nella città di Trieste.

Nell’ambito di questo progetto sono stati coinvolti musicisti e attori, disabili e non, provenienti da tutto il territorio italiano; essi hanno proposto performance musicali e teatrali ad ampio spettro, scegliendo di muoversi all’interno di piccoli organici – duo o trio – o di grandi formazioni – orchestre o gruppi di attori -.

La direzione artistica del ciclo di spettacoli, che hanno toccato varie zone dell’area isontina, giuliana e d’oltreconfine, è stata affidata al maestro Severino Zannerini, il quale ha curato anche la direzione dell’organico strumentale in occasione dell’esecuzione di un concerto di Mozart per pianoforte e orchestra, offerto dal pianista non vedente Gianluca Casalino.

L’organizzazione e il coordinamento dell’intera manifestazione sono stati curati in modo impeccabile dalla maestra Gigliola Maturo, assieme a me, ideatrice di questo format.

Nel corso del convegno, al quale l’ufficio H della Comunità Piergiorgio ONLUS di Udine ha contribuito in modo significativo e determinante, attraverso racconti e testimonianze di artisti disabili e la condivisione di esperienze e ricerche in ambito didattico e sociologico, è emerso il fondamentale ruolo della musica, quale disciplina inclusiva in virtù dell’universalità del suo linguaggio.

Sono ripreso al tavolo dei relatori durante l'intervento di un relatore

Alle relazioni, ha fatto seguito una performance della cantante Flavia Quas, da me accompagnata al pianoforte; assieme, abbiamo proposto un breve repertorio di musica italiana tradotto nella Lingua dei Segni Italiana – LIS – da una straordinaria professionista ed esperta che ha interpretato per il pubblico in forma visiva i contenuti musicali e testuali da noi proposti.

La giornata si è conclusa con un piccolo concerto tenuto da un gruppo di studenti del liceo musicale M. Buonarroti di Monfalcone, i quali, per l’occasione, hanno proposto al pubblico una serie di canzoni celebri scritte da artisti non vedenti di caratura internazionale quali, ad esempio, Ray Charles e Stevie Wonder.

Volendo stilare un bilancio generale, possiamo dire che alla realizzazione delle prime due edizioni di questo momento di riflessione hanno contribuito molte istituzioni di grande prestigio, rappresentate da esponenti che, a loro volta, si sono distinti per il loro grande valore umano e professionale.

Per citarne alcune, ricordiamo la partecipazione della Lega del filo d’oro di Osimo, dell’istituto per ciechi C. Rittmeyer di Trieste, dell’associazione disabili visivi di Roma,

Oltre a me, in rappresentanza della Comunità Piergiorgio ONLUS, hanno offerto il loro contributo:

  • la dottoressa Barbara Porcella – esperta per la Comunicazione Aumentativa Alternativa
  • la signora Cristina Zilli – referente per i consulenti dell’Ufficio H
  • il Dott. Aldo Galante – rappresentante istituzionale dell’organizzazione

Alta la qualità degli interventi, utili e ricche di molti spunti le riflessioni emerse, elevati i contenuti artistici espressi; un evento privo di retorica e carico di sfumature che solamente la profondità e l’autenticità del pensiero umano, amplificate dall’esperienza artistica, sono in grado di disegnare sullo sfondo delle anime che, di fronte alla bellezza, sanno fermarsi, porsi in ascolto… rimanere in silenzio!

Nota di redazione:
Le informazioni riprodotte all'interno di questo articolo sono state sottoposte all'ultima revisionedomenica 12 Gennaio 2020.

Riferimenti

  • Edizione 2019 – 2020: leggi il Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *