Categorie
Arte Digressione Evento Jazz Musica Riferimento Solidarietà

Si Fa per diRe 2018

:
Abstract

Il 17 novembre 2018, presso il teatro Giovanni da Udine, si è concretizzato un anno di lavoro e di impegno, sostenuto da molte persone le quali si sono spese per la buona riuscita di un evento che, a bilancio consuntivo, può essere collocato, senza ombra di dubbio, nella sfera delle manifestazioni caratterizzate dai grandi numeri, dall’intrinseca unicità e da un forte impatto emozionale.

Sommario

  1. Genesi
  2. Finalità
  3. L’evento
  4. Riconoscimenti
  5. Riferimenti

Genesi

Mauro Ferrari pizzicato mentre si affaccia da dietro le quinte.

Esattamente il 18 dicembre 2017, dopo una performance tenutasi di fronte a più di mille ricercatori impegnati in ambito farmaceutico che ha avuto luogo a Roma, presso il centro congressi “La Nuvola” di Massimiliano Fuxas, con sede in zona Eur, nasceva l’idea di portare a Udine il progetto che da qualche anno l’Organ Madness, mia formazione storica in ambito musicale, assieme allo scienziato Mauro Ferrari propone con una certa periodicità dinanzi a comunità scientifiche, a gruppi selezionati di manager o economisti, e platee di ascoltatori più ampie all’interno di stagioni concertistiche e teatrali.

Il 17 novembre 2018, presso il teatro Giovanni da Udine, si è concretizzato un anno di lavoro e di impegno, sostenuto da molte persone le quali si sono spese per la buona riuscita di un evento che, a bilancio consuntivo, può essere collocato, senza ombra di dubbio, nella sfera delle manifestazioni caratterizzate dai grandi numeri, dall’intrinseca unicità, poiché per loro natura irripetibili, e dall’impressionante impatto emozionale che, talvolta, grazie anche a un fortunato concorso di circostanze, esse producono sui partecipanti.

Finalità

Mauro Ferrari fa il suo ingresso sul palco accolto dalla presentatrice Bettina Carniato.

Quello che ci eravamo proposti era un obiettivo ambizioso: mettere al servizio della creazione di un Polo interamente dedicato alla Comunicazione Aumentativa Alternativa un progetto che combinasse in una sintesi elementi artistici con prerogative scientifiche.

Lo scopo da noi fortemente perseguito è stato quello di reperire un cospicuo finanziamento, da investire nella creazione di uno spazio adeguato rivolto ai bambini, uno spazio ludico destinato al gioco e al divertimento.

L’evento

Ripresa frontale del quintetto durante il recital.

Non è mio compito esprimere valutazioni in merito alla riuscita o meno dell’iniziativa; verrei, infatti, a trovarmi in uno spiacevole conflitto di interessi, poiché coinvolto nel doppio ruolo di organizzatore e, allo stesso tempo, di prestatore d’opera in qualità di artista autoconvocato per l’occasione.

A questo proposito, metterò a vostra disposizione altri riferimenti, i quali hanno già ampiamente provveduto a dare conto relativamente allo svolgimento della manifestazione. Il dato incontrovertibile, però, è rappresentato dagli straordinari risultati ottenuti in termini di visibilità mediatica, di partecipazione e consenso tributato all’evento e di pieno successo economico riscontrato dalla raccolta fondi promossa nella circostanza.

A me, piuttosto, spetta il compito di raccogliere simbolicamente il lascito prodotto dalla realizzazione di questo evento e consegnarlo a coloro che si occuperanno dell’effettiva concretizzazione del progetto per il quale è stato raccolto il finanziamento in occasione di questa serata.

Riconoscimenti

Ripresa frontale del quintetto dopo il concerto.

A corollario di questo bilancio consuntivo, non mi rimane che inviare un sincero e affettuoso grazie a tutti voi che, con la vostra sensibilità e in svariate forme, avete contribuito al pieno raggiungimento degli obiettivi che ci eravamo posti oramai un anno fa; a voi rinnovo anche l’auspicio, da me già espresso nell’articolo di presentazione dell’evento, augurandovi, semplicemente, una buona comunicazione.


Grazie!

Nota di redazione:
Le informazioni riprodotte all'interno di questo articolo sono state sottoposte all'ultima revisionesabato 11 Gennaio 2020.

Riferimenti

Accedendo ai collegamenti riportati di seguito sarà possibile consultare la newsletter della Comunità Piergiorgio ONLUS dedicata all’evento e visualizzare la galleria Fotografica presente all’interno di questo spazio e realizzata con gli scatti di Luca D’Agostino al quale va il mio sincero e affettuoso ringraziamento.

Per maggiori informazioni relative all’iniziativa, inoltre, è possibile leggere l’articolo che promuoveva l’evento in occasione della sua realizzazione e, in fine, operare una verifica sugli obiettivi già conseguiti e certificati alll’interno del Progetto .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *